Visita Senologica | Ambulatorio
18146
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-18146,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Visita Senologica

visita senologica Treviglio Bergamo
Giovanni Faustinelli chirurgo senologo angiologo

Dott. Giovanni Faustinelli

Senologo

FORMAZIONE

Ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia e la Specialità in Chirurgia Generale a pieni voti presso l’Università degli Studi di Brescia.

Ha frequentato numerosi corsi di approfondimento in Medicina Estetica presso la scuola VALET di Bologna.
Ha partecipato a diversi convegni di Chirurgia vascolare e di Flebologia in qualità di relatore.
Sta frequentando un Master di II livello in Senologia presso l’Università degli Studi dell’Insubria.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

Ha lavorato presso gli Spedali Civili di Brescia, l’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo e l’A.O. Bolognini di Seriate.

Ha partecipato a un periodo di formazione presso l’U.O. di Chirurgia plastica e ricostruttiva dell’Ospedale Universitario di Istanbul, dove ha approfondito tecniche chirurgiche di oncoplasica mammaria, addominoplastica, liposuzione, lipofilling, rinoplastica, blefaroplastica, otoplastica e di chirurgia tricologica.

Attualmente opera come Chirurgo Generale presso l’Ospedale di Treviglio, dove si occupa prevalentemente di Chirurgia d’urgenza, di Chirurgia Vascolare e di Chirurgia Senologica.

Il nostro staff è a tua disposizione

Scrivici per fissare un appuntamento

Visita Senologica

Il Dott. Giovanni Faustinelli svolge attività clinica specialistica di visite senologiche, coadiuvato dal Collega Radiologo che si occupa di ecografie mammarie.

La visita consiste in un’accurata raccolta anamnestica, in un colloquio informativo e nella visita clinica, con l’obiettivo di escludere alterazioni patologiche mammarie e sensibilizzare le Pazienti ad effettuare controlli periodici, riconoscere tempestivamente alterazioni del proprio seno, ridurre i fattori di rischio, così da giungere alla diagnosi precoce di questa temuta patologia.

Quando sottoporsi ad una visita senologica?

L’autopalpazione è il primo vero gesto di prevenzione. E’ un autoesame da eseguire mensilmente, o almeno una volta ogni 2-3 mesi, 2 o 3 giorni dopo la fine del ciclo mestruale, già a partire dai 20 anni di età. Durante la menopausa si può eseguire all’inizio di ogni mese.
Si pratica in posizione supina, con un cuscino sotto le spalle.

Se durante l’autopalpazione si riconoscono nodulazioni mammarie non notate in precedenza, secrezioni dal capezzolo, alterazioni della conformazione di una mammella rispetto all’altra, si rende necessaria una valutazione clinica specialistica, per decidere se e quali approfondimenti diagnostici eseguire.

E’ consigliabile a tutte le donne di età inferiore ai 40 anni eseguire una visita senologica almeno una volta, anticipando a prima dei 35 anni la visita se presenti fattori di rischio specifici, annualmente, dopo i 40 anni.

Perché sottoporsi ad una visita senologica?

Il carcinoma mammario è il primo tumore femminile per incidenza al mondo e la terapia più efficace per sconfiggerlo è la prevenzione.

La familiarità, l’assunzione di estroprogestinici, il numero di gravidanze, l’allattamento, le abitudini voluttuarie, l’anamnesi oncologica della Paziente sono di estrema importanza per la stratificazione del rischio di sviluppare un tumore mammario nell’arco della propria vita, e lo screening obbligatorio non copre sufficientemente la popolazione sana.

La possibilità di integrare lo screening obbligatorio con una visita senologica annuale aumenta l’efficacia della prevenzione.

Per quanto la frequenza di questa patologia sia per la maggior parte di interesse femminile, anche il sesso maschile non è immune dai rischi, quindi è consigliata una visita senologica anche ai Pazienti con fattori di rischio specifici almeno una volta entro i 50 anni.

L’occasionale riscontro di un nodulo mammario impone sempre una valutazione medica, rivolgendosi in prima istanza al proprio Curante.
Sarà lui per primo a consigliarvi successive valutazioni specialistiche o a tranquillizzarvi, controllando in ogni caso l’evoluzione a breve distanza.

Il nostro staff è a tua disposizione

Scrivici per fissare un appuntamento